www.ilsegnocheresta.it

by Loretta Dalola

PRESENTAZIONE e/o ESORDIO in RETE

6 commenti


Salve a Tutti.

Vorrei condividere  un dialogo virtuale con l’obiettivo di  valutare se la televisione oggi che ha assunto un ruolo predominante nella vita di ciascuno, è percepita solo come mezzo privo di qualità, come si sente continuamente dire o se al contrario (come credo) sia un  strumento di informazione, intrattenimento e perchè no anche approfondimento tematico.

Sono altrettanto convinta che vi siano le potenzialità per difendersi dalla sua influenza se ritenuta negativa e che tutto dipenda dall’utilizzo personale che se ne fa del mezzo, dall’autonomia del singolo che guarda la Tv, dal suo background e dai suoi interessi.

Ho iniziato molto giovane a lavorare nelle televisioni, ho assistito e forse contribuito al suo evolversi, mi sono formata professionalmente ed ora  sono dispiaciuta e mi sento come un ingenuo “Don Chisciotte” contro i mulini a vento quando tento di difendere il linguaggio televisivo e la sua utilità.

Annunci

6 thoughts on “PRESENTAZIONE e/o ESORDIO in RETE

  1. ciao ti ringrazio per la partecipazione all’argomento, purtroppo devo confessarti che questa è la mia prima esperienza di blog in rete pertanto cerca di avere pazienza perchè sto studiandone le potenzialità per ora considerala un “tentativo tecnico” a brevissimo acquisirò le competenze necessarie per condividere il dialogo…

  2. Tanti anni fa, nell’ambito della mia professione, mentre dialogavo con un mio paziente, mi trovai a dire:”Se avessi tanti tanti soldi farei una televisione nella quale vengano divulgate solo notizie belle”.
    La televisione, oggi, deve assolutamente “catturare” telespettatori altrimenti il bilancio diventa negativo e la bancarotta è alle porte. Sarebbe sicuramente un fallimento dal punto di vista pecuniario; anche dal punto di vista morale?
    Forse la gente non capirebbe. Col tempo però, se è vero che chi semina odio raccoglie odio e che chi semina amore raccoglie amore, i telespettatori aumenterebbero e s’imporrebbe la positività.
    Per richiamare telespettatori si trasmette sempre di più “la violenza”, l’”odio politico” e tutto ciò che è “cronaca nera”.
    Quello che scrivi è veramente encomiabile. È difficilissimo rispondere. In ultima analisi, e sinteticamente, direi che, assodato che la televisione è indispensabile alla nostra quotidianità, se la televisione di stato (almeno un canale) desse via via sempre più spazio alle cose belle della vita e lentamente meno spazio alle cose “brutte”, piano piano il nostro vivere sarebbe più sereno e vivremmo con meno sofferenza.
    Se me lo permetterai tornerei volentieri sull’argomento, magari sul mio Blog.
    Quarchedundepegi

  3. Credo, col tuo commento, che tu abbia dimostrato modestia. Quella che
    oggigiorno manca molto. Anch’io non sono molto addentro in queste cose.
    Cerco di arrangiarmi e spero in un qualche piccolo risultato. Non so se ci
    riusciro’. Mi fa immenso piacere ogni volta che ricevo qualche piccolo
    incoraggiamento. Per ora sono determinato ad andare avanti e ti ringrazio
    per le tue riflessioni.
    Quarchedundepegi

  4. http://alessiacampostrini.blogspot.com/ ecco il mio blog. Poi rispondo seriamente anche al post. Bacio.

  5. Guarda un po’ cosa ho trovato!
    Ne hai fatto, da allora passi da… gigantessa.

  6. e tu cosa ci fai qui nella vecchia casa?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...