www.ilsegnocheresta.it

by Loretta Dalola

Sapore di mare, aperta ufficialmente la stagione

1 Commento


Il caldo sole di domenica ha dato l’avvio al grande meccanismo del turismo balneare sulla Riviera Romagnola.

Era pronto da tempo, scalpitava ai “blocchi di partenza”, ma il continuo alternarsi di pioggia, freddo e vento ha rallentato e posticipato l’evento che coinvolge e sconvolge nei prossimi mesi, tutti i settori della vita del popolo della Romagna.

Il turismo balneare è una voce economica decisamente importante, basti pensare che i Km di spiagge , fanno ancora oggi, di Rimini e dintorni, una delle mete preferite dai turisti.

E’ un mercato che non conosce grandi flessioni, tocca vari ambiti, dallo stabilimento balneare, all’hotel, dai bar alla ristorazione, per non parlare di eventi, spettacoli e divertimento tutto ciò condensato nel vantaggioso criterio di : stagionalità dell’impegno ed elevata redditività.

Per questo, solitamente da aprile a ottobre, l’atmosfera che si respira nei paesi impegnati a preparare e accogliere i turisti cambia radicalmente. Innanzitutto si assiste  al movimento migratorio della componente femminile che scompare dai luoghi della quotidianità  e si rinchiude dietro le quinte del grande motore turistico,  tutte le attività commerciale subiscono un brusco cambiamento dell’orario di apertura e tutti dai ragazzi ai nonni vengono utilizzati per sfruttare al massimo la potenzialità economica dei mesi estivi.

L’attrattiva del business coinvolge veramente tutti e sembra avere ancora le caratteristiche di un tempo, legate alla sua “intramontabilità”. Il mercato è florido, d’estate le spiagge sono sempre super affollate sia dai turisti della domenica che da quelli che pianificano vacanza più lunghe. La redditività è elevata, caratterizzata da  snervante e stressante fatica concentrata però in pochi mesi, per poi goderne i frutti  per il resto dell’anno. Non sono necessarie particolari competenze, è comunque indispensabile  una buona dose di intraprendenza, capacità logistiche e gestionali e sicuramente una certa predisposizione al contatto diretto con il pubblico.

Le caratteristiche culturali e organizzative del lavoro stagionale denotano una  frenetica volontà orientata verso l’accumulo economico che a mio giudizio  presenta un errore di impostazione, cioè la visione generale decisamente indirizzata  verso l’interpretazione del rapporto lavoro-individuo come una macchina per far soldi che credo privi gli esseri umani di quel fattore determinante legato alla gratificazione.

L’influenza dello stress dovuto al brusco aumento del carico e del ritmo lavorativo originano nei soggetti un aumento dell’ansia provocata dalla “pressione” degli eventi psicologici che causano nell’organismo una reazione all’adattamento agli stessi.  Reazioni fisiche ed emotive dannose che si manifestano quando le richieste lavorative superano le capacita’ personali facendo perdere il controllo della situazione.

Per fortuna non per tutti il lavoro è fonte di stress ma sicuramente per gli addetti agli esercizi pubblici della Riviera Romagnola, l’attuale crisi economica e il posticipo dovuto alla meteorologia sarà una dura prova da superare.

One thought on “Sapore di mare, aperta ufficialmente la stagione

  1. Pingback: Sapore di mare, aperta ufficilamente la stagione | www.nutrimente.org di Daniela Domenici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...