www.ilsegnocheresta.it

by Loretta Dalola

A Vicenza : la donna è apprezzata anche come vassoio!

14 commenti


Uomini, avete un languorino allo stomaco?  Volete qualcosa di diverso dal solito happy hour, qualcosa di particolare, sfizioso e insolito? Allungate la mano, sul corpo di Jennifer e…buon appetito!

“ La donna vassoio” ha 23 anni, è ungherese e  la sera passa un’oretta distesa sopra un tavolo del locale di lap dance, infarcita di tramezzini e patatine.

E’ bella e per spogliarla basta essere affamati!

A vestirla infatti, sono degli stuzzichini da aperitivo e una foglia al posto del tanga. Indifferente, tranquilla,  sorride e  attende di essere «mangiata ».

Oltre al solletico, il suo lavoro ha un altro neo: «A volte fa un po’ freddo».

Tutto qui!  Consenziente e pagata,  si presta a fare da appoggio al cibo, offerto ai clienti di un locale sexy, circondata da colleghe. che si esibiscono intorno al palo.

Una moda giapponese, sbarcata in America e in Europa.

Si chiama   “bodyfood”, un vassoio fatto di pelle e ossa servito a uomini di tutte le età.

Un intraprendente e fantasioso gestore del Diverso Strip Bar di Vicenza, Ruggero Pizzon, attira i propri clienti dalle 19 alle 21, in una fascia oraria inconsueta per lo strip ma, decisamente in linea con l’ora dell’aperitivo.

Nel Paese del Sol Levante, però le cose funzionano in maniera diversa. Piu’ che un banale feticcio, e’ considerata invece una tradizione nipponica, forse, discutibile agli occhi di noi stranieri,  ma sicuramente lontana da scopi pubblicitari e commerciali.

Innanzitutto il nyotaimori è una cena che si svolge in un salottino riservato. Qui il cibo viene disposto sul corpo della donna in maniera “artistica”, in maniera da far risaltare le rotondità del corpo. Invece l’iniziativa di Vicenza sembra una cosa più arraffazzonata, rozza e più approssimativa, e certamente senza quel retroterra culturale,insomma, più una trovata pubblicitaria casareccia, a colpi di tramezzini e patatine.

Ma ai vicentini, poco importa, la voce si è sparsa:   c’è chi vorrebbe prenotare la ragazza per feste private, o addii al celibato, sostituendo l’ormai nota donna-torta,  e  schiere di femministe che a suon di insulti e polemiche hanno già messo un bel bollino rosso sull’ iniziativa affermando “le donne stanno diventando sempre di più un mero oggetto sessuale”.

Forse è vero, ma siamo sicure che, per gli uomini “affezionati del posto”, non è esattamente questo l’aspetto più rilevante?

Per ora la donna-vassoio è distesa sul tavolo, le mani si allungano e il vassoio si svuota…tranquilli! –  arriva una cameriera a farcirlo nuovamente!

Visualizza altro: http://corrieredelveneto.corriere.it/

Annunci

14 thoughts on “A Vicenza : la donna è apprezzata anche come vassoio!

  1. Dicono che l’appetito vien mangiando…..

    Ma quale? 🙂

  2. Onestamente…mi farebbe leggermente schifo mangiare in questo locale ed anzi mi stupisco come sia riuscito ad ottenere i permessi sanitari per una cosa del genere.
    a.y.s. Bibi

  3. Mbhè in effetti il rito giapponese è molto curato anche da un punto di vista igienico…

  4. Cosa succede quando tutti hanno mangiato e il “vassoio” è veramente vuoto?

  5. Provare per verificare io non posso soddisfare…la domanda!

  6. Non vorrei dire, ma perché solo donne-vassoi e non uomini (magari accuratamente depilati!)?

    Sarebbe da evitare, comunque, l’offerta di banane, cetrioli … 🙂

  7. Non ci avevo pensato, ma visto che hai introdotto un pizzico di malizia aggiungo con un sorrisetto soddisfatto che il rischio di “elevare” il cibo, potrebbe essere un fattore di discriminazione!

  8. …Beh! vedo che non c’e’ limite alla fantasia umana l’idea della donna vassoio ,incontra sia l’uomo che la donna dalle foto !!! io ,che sono sempre pronto alle novita’ la vedo come una cosa divertente se c’e’ la complicita’ d’ambedue le parti . Si potrebbe dare l’indirizzo e telefono per chie ne fosse interessato a frequentare questi nuovi ristoranti.
    Frank

    • Frank, benvenuto – pur apprezzando lo spirito goliardico con cui approvi l’iniziativa non puoi chiedermi di fornirti indirizzo e numero telefonico – non ho intenzione di fare da cassa di risonanza a quella che potrebbe trasformarsi come spesso accade nel solito sfruttamento del corpo femminile a scopo economico. Credo tu possa ben comprendere il mio timore, grazie dell’intervento e ciao

  9. Ma mi chiedo come si possa parlare di sfruttamento quando in tutti i lavori ti sfruttano e questo è l’unico dove sei libera e tutelata..se dovessi fare da vassoio per delle donne sarei felicissimo e cè sicuramente piu amore in questo gesto che in quelli in cui sei veramente obbligato nella vita di tutti i giorni..è fuori luogo il perbenismo anche se tornato di moda come tutto cio’ che sull’onda decennale dell’antiprogresso affonda l’Italia nel vano tentativo collettivo di tornare indietro non si sa dove ne di quanto..penso che sia invece una trovata che va ben al di la di guadagni economici poichè in questa società la comunicazione è sempre piu’ difficile e cè chi soffoca di depressione perkè a poco servono i network senza un minimo di fisicità.il corpo è l’unica ultima vera arma che abbiamo per Amare, Comunicare, Emozionarci, Crescere, Combattere ed Aiutare chi muore tra amori sbagliati che generano indifferenza..

    • ciao max e benvenuto
      condivido il tuo pensiero ma converrai anche tu che non tutti o la più parte nel corpo ci vede ben altro – se il mostrarsi in qualsiasi situazione è associata ai termini “Amare, Comunicare, Emozionarci, Crescere, Combattere ed Aiutare” ben venga l’esposizione, ma dubito fortemente che il corpo femminile esposto sopra un vassoio susciti una delle reazioni da te citate. ciao e grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...