www.ilsegnocheresta.it

by Loretta Dalola

Solo una multa per sadico lancio di cuccioli

4 commenti


Ultimamente  sembra si stia alzando il livello di sensibilizzazione nei confronti del  maltrattamento di animali, lo dimostra la forte reazione nei confronti degli ultimi episodi  di  cronaca, quello della  donna che aveva gettato una dolcissima gattina in un bidone della spazzatura e della ragazzina che si divertiva lanciando cuccioli in un fiume.

In tema di sanzioni e pene mi domando quali pene potrebbero essere assegnate a persone che  con estrema semplicità adottano certi comportamenti? Per comprendere che qualcuno soffre, ce lo devono dire gli altri? Per capire la disperazione della mucca prima dell’esecuzione serve che questa lo metta per iscritto? Per provare la pazzia di chi vive recluso in gabbia bisogna che ci arrestino? Per considerare la sofferenza e lo strazio degli altri insomma, bisogna varare una legge altrimenti da soli non ci si arriva?

Accorgersi che esistono il dolore e la morte soltanto quando ci si ferisce o quando vien meno un nostro caro mi pare un grave limite, oltre che ipocrita. Sappiamo che alla donna inglese la quotidianità è stata resa difficile dalle reazioni degli amanti degli animali al punto da dover essere protetta dalla polizia locale e che la giovane  rintracciata ed arrestata un mese fa a Bugojno, in Bosnia, è stata rilasciata perché ritenuta dalle autorità troppo giovane per essere incriminata.

Un gesto tanto atroce è rimasto dunque impunito.

Forse la ragazzina, a quanto pare di 12 anni, dovrà pagare una multa, probabilmente di 5mila euro. Ben poca cosa rispetto al crudele e inutile atto da lei compiuto. Grazie ad una legge cosi, non oso immaginare quanti animali possano subire torture e maltrattamenti vari.

Ci reputiamo la razza superiore rispetto agli animali, ma non lo dimostriamo affatto. Li uccidiamo nonostante siamo noi per primi ad essere terrorizzati dalla morte, li sfruttiamo nel lavoro senza riconoscere loro alcun diritto e ci convinciamo che è giusto perché è sempre stato così, li avveleniamo nei laboratori con metodi che ci ripugnano, accettiamo che diventino pellicce, borse o pietanze e  ci divertiamo pure quando infliggiamo loro un supplizio.

Non voglio assolutamente legittimare o fomentare  qualsiasi forma vendicativa come espiazione punitiva ma credo che lo “sfogo” di persone con un egocentrismo  patologico, incapaci di provare un senso di colpa  sia un comportamento e  non un fenomeno isolato e che questo faccia  parte integrante e sintomatica di un più vasto complesso di rapporti improntati alla violenza.

Pertanto tali comportamenti devianti  vanno corretti attraverso la rieducazione e magari anche attraverso la  fornitura di servizi mirati all’utilità collettiva, questo forse, permetterebbe nel tempo di acquisire e formare quella  cultura nuova, di rispetto per la vita e senso etico totalmente assenti.

Il livello di civiltà di un popolo si misura dal rispetto che esso nutre verso gli animali! (Ghandi)

Annunci

4 thoughts on “Solo una multa per sadico lancio di cuccioli

  1. Non ho mai avuto una grande simpatia per il sistema giudiziario statunitense, basato più sulla giurisprudenza che sui codici, ma sicuramente questo ha qualche vantaggio sugli europei soprattutto in simili casi.
    Ricordo di pene comminate da tribunali di quel Paese di tipo “dantesco”, vale a dire una sorta di contrappasso strettamente legato alla colpa commessa.
    Due giovani sono stati arrestati per guida in stato di ebbrezza subito dopo aver spaventato a morte ( per fortuna senza lesioni ) alcuni passanti: pena, due mesi da trascorrere per almeno 12 ore pro die in un vicino pronto soccorso traumatologico, noto per la gravosità dell’impegno dei medici.
    Sessanta giorni fra ossa segate, arti amputati, cuciture “total body”, sofferenze inaudite e litri di sangue
    Regolarmente rianimati ad ogni loro svenimento, venivano riportati in posizione verticale a vedere e sentire il tutto.
    Dicono che uno sia divenuto frate, ma non si sa nulla di preciso….

  2. Il tuo esempio calza perfettamente con il mio pensiero

  3. Invece della multa dovevano condannarla a lavorare tutta l’ estate in un canile. Non si può pensare di scontare le pene sempre e solo con il danaro. I paesi anglosassoni insegnano…. Ciao

  4. Il giorno che la penserò diversamente da te lo scriverò sul calendario come data “memorabile” – ciao e grazie come sempre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...