www.ilsegnocheresta.it

by Loretta Dalola

Da FAZIO: JOVANOTTI e MENTANA

11 commenti


L’appuntamento settimanale con Che tempo che fa, su Rai3 presenta  Enrico Mentana, direttore del TgLa7 e Lorenzo “Jovanotti” Cherubini con il suo nuovo album: Ora, il dodicesimo realizzato in studio; Ora, Lorenzo siede di fronte a Fabio con tutto il suo passato di cantautore e uomo, ora, che ha cantato tanto in lui c’è  la volontà di raccontare il presente, fotografare il momento e ora è anche il racconto dell’entusiasmo, della voglia di fare star bene la gente che ascolta la sua musica. Ora, c’è voglia di futuro, di energia, voglia di coinvolgere e portare alla positività. “Non c’è montagna più alta di quella che non scalerò, non c’è scommessa più persa di quella che non giocherò, ora…”

La vita  ti rincorre, i pericoli, le tristezze, ma lui balla, suona e sorride perché ha l´amore che lo accompagna e che lo  rinforza. “Considerando che l’amore non ha prezzo, sono disposto a tutto per averne un po’, considerando che l’amore non ha prezzo lo pagherò offrendo tutto l’amore, tutto l’amore che ho…”

Un’energia che fa sospendere il senso del tempo, una musica calda, travolgente e semplice, è il rapporto umano con la macchina, “non c’è nulla di più umano che una macchina per far  musica, lo strumento o il computer sono l’evoluzione del tam tam primordiale”.

E’ importante far bene il proprio lavoro, concilia la questione morale e in questo album ci sono  testi e sonorità molto ricercati, sudati: “Ho fatto un disco nuovo, ho messo molto impegno”… la sua musica è un suono semplice, ma si sa, le cose semplici trasformarle in  belle, non é impresa facile. In studio, il suo saluto, si lega alle sue parole: “Il più grande spettacolo dopo il big bang, siamo noi…”

Enrico Mentana,  reduce dai grandi ascolti del suo Tg, esordisce affermando che oggi in televisione “non ci si annoia mai” e Fabio incalza: “In un ‘intervista su Berlusconi lei ha detto che nessuno ci ha mai azzeccato, come andrà a finire”? – “Semplice, prima o poi si ritirerà, ma non riesco a immaginare come e quando, anche perché finché glielo chiedono Casini e Fini, si sa che non lo farà mai, e poi se se fa un passo indietro, rischia la galera. E’ evidente che passerà il resto del tempo a difendersi o a contrattaccare, e sicuramente, meglio di come ha passato le sue serate fino ad ora, però così non governa”!

La riflessione si sposta su come un tempo bastava un avviso di garanzia per far cadere il governo, mentre ora, in qualche modo, sembra non essere più percepita la giustizia come fondamentale, è passata l’idea che non c’è più una giustizia condivisa e molta gente è convinta che effettivamente Berlusconi, sia una vittima del sistema mediatico, pertanto costoro indipendentemente dal suo agire, si dicono ancora pronti a rivotarlo. Nonostante ci si trovi di fronte ad un uomo di settant’anni, che di fatto ha perso le ultime elezioni e che subito dopo si mette a far feste e festini, mollando gli ormeggi, con una voglia irrefrenabile di divertimento e che di questo non si ravvisi  nulla di male, fa pensare.

“Si andrà alle votazioni anticipate, per ora staremo fermi due o tre mesi…” Questa che ormai è una situazione imbarazzante, che mette in discussione il nostro credito internazionale,  con  molte variabili difficilmente ipotizzabili. resta la nostra attuale situazione politica. I fatti scompaiono , questa è ormai una guerra politica, tra accuse su Ruby e controaccuse sulla casa di Montecarlo, in mezzo i cittadini, lettori ed elettori. Segno evidente che la politica è del tutto scollegata al Paese reale e sentirsi rappresentati da tutto questo è veramente imbarazzante.

Mi viene, forse ingenuamente, da chiedermi, perché non si sia ritirato prima, perché non abbia chiuso in bellezza il suo impegno politico?

L’originale commento delle notizie ‘indimenticabili e imperdibili’ della settimana a cura di Massimo Gramellini mi permettono la chiusura: “Mi auguro che il Parlamento torni a parlare di qualcosa di serio e non solo di un appartamento di due camere e bagno”!

Annunci

11 thoughts on “Da FAZIO: JOVANOTTI e MENTANA

  1. Quand’ero molto, ma molto più giovane e una discussione diventava stantìa, qualcuno esordiva:”Parliamo un po’ del Genoa?”.
    Sia chiaro non sono genoano.

  2. non sarai genoano, ma spiritoso, si!

  3. Grazie. Mi sto sciogliendo dal piacere… quasi come un gelato alla crema.
    Stai bene?

  4. certo, resisto ad ogni scossone…della serie tosta sono!

  5. Niente di nuovo sotto il sole…tranne una cosa che mi fatto riflettere. In passato la musica, i musicisti in genere, avevano preso posizioni…denunciato situazioni..insomma, avevano avuto una parte nei cambiamenti della società.
    Oggi tutto questo non esiste se non per il settore “fashion” e cioè “che mutande indossa madonna” o “quali sono i jeans preferiti di timberland”. Per il resto nulla…niente di niente e questo vale specialmente per gli artisti italiani. Non uno che abbia detto o scritto qualcosa sul fatto che abbiamo una specie di pedofilo affetto da priapismo a capo del governo.
    Desolante panorama per me che ho sempre amato la musica.
    a.y.s. Bibi

  6. @bibi
    Ma tu sei sicuro che si tratti di priapismo? Ho i miei dubbi.

    • Mah..se sia priapismo reale od indotto mediante l’uso ed abuso di pillole blu…poco importa.
      Però..forse la questione è se tale “priapismo” sia soltanto nel mondo delle idee e non nella realtà.
      a.y.s. Bibi

      • Ehi, uomini rispondo ad entrambi sintetizzando : Siamo agli sgoccioli, la faccenda è inesorabilmente proiettata verso la sua fine, speriamo solo di fare in fretta e andare avanti su base solide e diverse, che abbiano progettualità concrete per il nostro futuro

  7. Appunto!

  8. Jovanotti non fa parte dei miei cantanti preferiti,anche se della mia provincia.Sfrutta troppo gli eventi famigliari.
    Mentana come giornalista,è come la verità stà in mezzo.
    Gramellini mi piace,non per quello che dice,ne potremmo fare a meno ma ne siamo costretti,ma come lo racconta,almeno qualche sorriso lo strappa.
    Ciao Loretta.

  9. E’ sempre un punto di vista che può far riflettere – ritengo che più opinioni siano uno stimolo alla crescita, sempre e comunque

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...