www.ilsegnocheresta.it

by Loretta Dalola

BERLUSCONI furoreggia in TV

6 commenti


Michele Santoro in modo molto eloquente titola la puntata di Annozero: “fuori dalle balle”,  riferendosi alle eleganti parole pronunciate da Bossi e  si chiede chi è che dovrebbe andare “fuori dalle balle”. Le risposte potrebbero essere molteplici: per Bossi gli immigrati nordafricani; l’esclusione dell’Italia dalla videoconferenza tra quattro nazioni che ha coinvolto Germania, Usa, Francia e Gran Bretagna sembrerebbe suggerire che la risposta sia Berlusconi. Oppure i moralisti che chiedono le dimissioni di Saverio Romano per il suo presunto coinvolgimento con la mafia?

Lampedusa, processo breve e le risse in Parlamento degli ultimi giorni, sono i principali temi affrontati da Antonio Di Pietro, Fabrizio Cicchitto, esponente del Popolo delle libertà, Maurizio Belpietro, direttore di Libero e Fabrizio Gatti giornalista dell’Espresso. Antonio Di Pietro sulla vicenda che ha visto protagonista il ministro della Giustizia Alfano:”Buttare in faccia alle opposizioni la scheda significa non aver riguardo per la democrazia, La Russa ha insultato il Presidente della camera con un’espressione volgare e se si arriva al punto di screditare il Parlamento, è un’altra conferma che non si ha rispetto per la democrazia.   “Sul processo breve: “La Libia brucia, le centrali nucleari esplodono e in aula ci occupiamo dei processi di Berlusconi“

La replica di Fabrizio Cicchitto: “Il processo breve è necessario. Ogni anno paghiamo multe all’Europa per la lentezza della nostra giustizia. Il punto è un altro. Contro Berlusconi c’è un accanimento giudiziario. C’è un sistema di politicizzazione che dura dal 1994, dobbiamo fare i conti con una magistratura legata alla politica.  Il processo breve ha una visione generale, può capitare che Berlusconi, avendo avuto più di venti processi a carico, rientri in chi beneficia di certe leggi”.

I battibecchi tra Fabrizio Cicchitto e Antonio Di Pietro proseguono con Di Pietro che rimanda:” L’Europa ci chiede di fare presto i processi non di non farli più! Il processo ha una funzione, stabilire se uno è colpevole o no, non farlo più è una sconfitta della giustizia, nel caso specifico del processo breve è rimasto solo il nome per farla fare franca al signor Silvio, questa norma serve solo a garantire una impunità”. Si sono punzecchiati in un duello verbale anche Marco Travaglio e Maurizio Belpietro sul processo Mills, procedimento che vede imputato Berlusconi per corruzione:”Anche senza la prescrizione breve, il processo Mills non arriverebbe mai a sentenza definitiva. Berlusconi non ha nulla da temere. Anche perchè non esiste un documento che provi il passaggio di denaro tra Fininvest e Mills”. Ma Travaglio incalza e lo smentisce:”E’ così ininfluente sapere se il nostro Presidente del Consiglio è un corruttore prima che arrivi la prescrizione? Forse avete paura della risposta. Belpietro sa benissimo che il processo si basa sulla lettera-confessione di Mills al suo commercialista. Ed è per questo che la Cassazione ha riconosciuto l’avvocato inglese colpevole ma prescritto. Le chiacchiere stanno a zero”.

Si arriva alla questione LampedusaCicchitto:”Dobbiamo affrontare questo nodo senza demagogia. C’è la faccia dei tunisini, ma anche quella degli italiani che soffrono. Bisogna distinguere fra rifugiati e clandestini. Berlusconi è andato lì e ci ha messo la faccia”. Di Pietro:” Il ministro La Russa ha rubato al scena a Berlusconi che è andato a salvare l’isola. Il governo ha lasciato marcire la situazione. E’ stato creato ad arte un lager, per spingere la gente ad odiare i clandestini. Berlusconi deve venire in Parlamento e spiegare cos’ha davvero intenzione di fare. Non andare a Lampedusa a comprare case”.

Ci sono 3500 persone che vivono e dormono in strada o dentro tende fatte di stracci e plastica, senza servizi igienici, non vogliono restare in un Italia che non offre garanzie, sono intenzionati a raggiungere la Francia, la Germania. Dobbiamo misurarci con umanità nei confronti di queste persone, perché sono sempre i più poveri che subiscono le difficoltà delle situazioni , visto che chi può permetterselo si compra una villa, forse con l’intento di metterla a disposizione dei bisognosi! Non si possono illudere gli italiani che la soluzione dell’emergenza sia imminente , non sappiamo come andrà a finire ma, sicuro è che si rende necessario l’impegno di tutti nella condivisione di questo dramma.

Fabrizio Gatti, che ha realizzato un’inchiesta sull’Espresso vivendo direttamente sulla sua pelle l’esperienza da profugo, ha spiegato nel dettaglio i perché  dell’impreparazione dell’Italia all’arrivo di migliaia di tunisini. Una situazione “aggravata dall’introduzione   del reato di clandestinità”.

La telenovela umana dei disperati prosegue…

Annunci

6 thoughts on “BERLUSCONI furoreggia in TV

  1. Ma la cosa più incredibile e’ che Belpietro(al quale auguro morte lenta e sofferta) ha detto che il famoso Mister B. che ha dato la mazzetta a Mills, non e’ il nano.
    E’ il defunto Bernasconi, ex manager fininvest.

    Sembra un film di Mel Brooks.

    Ciao
    Zac

  2. La replica di Cicchitto a Di Pietro è stata illogica , insensata e inutile. E ha ragione Di Pietro perchè alla fine il processo breve non serve nè all’europa nè all’italia , solo a Berlusconi. Che schifo.

  3. ciao Marta hai ragione un’incredibile corsa verso la prescrizione per salvare chi non ne è degno…mah, evviva la politica che tanto fa per il ben dei cittadini!

  4. Ciò che meraviglia di più (o forse no) è che con tutti questi problemi che la guerra in Libia ci procura il parlamento è bloccato sulle questioni personali del premier. Mentre Berlusconi era a Lampedusa a comprarsi la villa, i servi del parlamento hanno tentato il colpo di mano, cambiare l’ordine del giorno e discutere subito di “processo breve” ed accantonare la riforma epocale della giustizia. Il colpo non è riuscito per poco e la rabbia della maggioranza si è scatenata.
    Non ho potuto seguire la trasmissione di Santoro e neppure Exit, ti ringrazio doppiamente per la tua puntuale cronaca. Io l’apprezzo molto, e quando non riesco a seguire qualche cosa che mi interessa, ricorro a te.
    Ciao. Un abbraccio.

  5. UUUAAAHHH è qui mi sento utile! – Ciao Spera, come hai detto mentre acquistava ville e prometteva campi da golf, in Parlamento si metteva in mostra per l’ennesima volta la miseria umana e si scatenava la gara tra chi si dimostrava più “lord”, civile e rispettoso del luogo e dei cittadini! Siamo proprio in degne mani! buon fine settimana
    P.s. anch’io quando mi perdo gli aggiornamenti politici corro da te, quindi un bello scambio al femminile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...