www.ilsegnocheresta.it

by Loretta Dalola

Caccia all’ultimo voto

8 commenti


Su Milano incombe la minaccia  della realizzazione di una moschea che fornirà sicura accoglienza a “devianze terroristiche e può captare un’utenza incontrollabile e incensibile” sono le parole di uno dei due ospiti di Lilli Gruber, Annamaria Bernini. E’ una settimana che Pisapia è finito sotto il pressing dei media per uno dei  suoi progetti contenuto nel programma elettorale,  di costruire una moschea a Milano. In questo contesto in cui lo scontro politico si fa aspro, i toni belligeranti e il centrodestra, con il premier Silvio Berlusconi in primis, che utilizza i musulmani come spauracchio la caccia all’ultimo voto per il secondo ballottaggio delle amministrative è accanita e fa leva sulla paura dell’islamizzazione.

Gian Piero Scanu anche lui ospite di Ottoemezzo su La7 appare meno scioccato dall’ipotesi della garanzia di una  libera manifestazione del culto mussulmano e ci vede invece un escamotage politico: “si sta inventando l’islamizzazione per una cinica richiesta di recupero voti”.

A chi  dice che la vittoria di Pisapia porterà alla costruzione di decine di moschee, con la conseguente invasione islamica, va ricordato che a Milano di moschee ce ne sono già dieci, tra abusive e non. Tutte sorte in questi anni in cui il comune è stato guidato proprio dal centrodestra.

In un proiezione futura il confronto culturale risulta indispensabile in una città che aspira a tornare a essere una metropoli europea. A chi ci vive, a chi ci lavora, a chi ama  Milano non può spaventare  una città migliore. Una “piazza virtuale” con  i milanesi che hanno voglia di discutere tra loro e a cui non può far paura la dimensione del Sacro, che è una risorsa fondamentale della vita di una grande città; una risorsa preziosa che tocca la sensiblita di migliaia di cittadini e che deve potersi esprimere all’interno di  spazi adeguati e visibili a tutti.

Forse i problemi dei milanesi sono altri e al posto della minaccia  che tanto spaventa Bossi :”La Lega non lascia Milano nelle mani di uno che vuol fare la moschea più grande d’Europa, vuol riempirci di clandestini e vuol trasformare Milano in una zingaropoli“, ai milanesi va semplicemente garantito  il diritto di scegliere il loro sindaco.

A dare la giusta dimensione  alla questione  ci pensa l’ironia di Maurizio Crozza nella copertina di Ballarò : “Un Premier superlativo” che è apparso in qualche Tg, tanto che il figlio era convinto di avere rotto il telecomando e alla sua domanda “papà forse dovremmo cambiare tv, il comico ha risposto “tesoro, forse dovremmo cambaire paese!” ” Ci pensi, Giò, un Premier che ha detto che con Pisapia, Milano si riempirà di centri sociali, mussulmani, zingari e  cosacchi,  anche i cosacchi?  Ma da dove arriva tutta stà gente, si vede che sono tutti ammicchiati a Voghera in attesa del ballottaggio”?

Annunci

8 thoughts on “Caccia all’ultimo voto

  1. Sai perché erano tutti fermi a Voghera? Perché non avevano ancora cambiato il locomotore!
    Quello che ho scritto sembra proprio sconclusionato. Lo è solo in parte.

  2. sei famoso per i tuoi interventi conditi con un pizzico di ironia, pertanto non ci vedo nulla di male in quest’ultimo, diciamo che in termini moderni, è la tua cifra! un abbraccio

  3. C’è in gioco una partita troppo grande,e loro non vogliono perderla,il diverso per loro è un’arma ma questa volta spero che non produca l’effetto desiderato.
    Ciao Loretta a presto.

  4. La Bernini, ma come si fa’ a invitare in video questa qui?
    A parte le enormi quantità di botulino che paralizzano il suo muso, a parte che e’ la figlia dell’ex ministro Bernini, a parte che le cazzate che tira fuori dai suoi due neuroni, le urla,
    mi chiedo se i viagrini abbiano finito i figuri da mandare in onda, perché sinceramente non mi viene in mente nulla di più insignificante di questa pseudodeputata.

    Ciao
    Zac

  5. Non oso aggiungere altro al ritratto – pennellate decise che non lasciano spazio all’immaginazione – l’unica cosa che stavolta non ha gridato, ma farla stare zitta è stato arduo, per fortuna delle nostre orecchie, la par condicio ci ha contrapposto una persona più pacata e con argomenti decisamente più udibili.ciao

  6. Peccato che nessuno tra i subumani culturali di destra si ricordi di aggiungere che ce ne sono tre semiirregolari e meno controllabili anche ponendosi nella loro ottica distorta.
    A parte questo, per chiudere alla Crozza:
    hue ragazzi siam pazzi..siam mica qui a pelar banane ai babbuini …
    ciao

  7. ben detto e bella conclusione – grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...