www.ilsegnocheresta.it

by Loretta Dalola

Dott. Jekil e Mr. Hyde: la vera storia

Lascia un commento


Il documentario in onda su History Channel dal titolo: Dott. Jekil e Mr. Hyde, la vera storia ci porta in una Edimburgo del 1700. William Brodie era era un uomo modello ma anche leader di una gang, che ispirò l’opera di Robert Louis Stevenson, considerata una pietra miliare della storia della letteratura  sulle diverse personalità che dividono l’animo umano, sull’eterna lotta tra bene e male che alberga dentro ad ogni uomo. Il dramma del Dottor Jekyll è quello dell’uomo che prova ad esplorare il suo lato oscuro e che, inevitabilmente, ne viene risucchiato.

L’anno 1886 trasforma per sempre il volto dell’horror, fino ad allora il male si era incarnato in un demone o in una bestia mostruosa, nessuno aveva portato alla luce  il lato nascosto dentro all’animo di ognuno di noi, trasformando il male come qualcosa di incontrollabile e raggiungendo il culmine dell’indagine  sulla scissione della personalità.

William Brodie, gentiluomo ineccepibile, uno dei più illustri cittadini della vecchia Edimburgo,  incomparabile ebanista, abitante e membro della società cittadina, Diacono della Incorporation of Wrights e consigliere cittadino, erede di una fortuna, potente uomo politico, stimato da tutti, gode di rispettabilità. Dietro  questa immagine si annida un lato oscuro che non vede l’ora di manifestarsi e durante la notte si concede al piacere proibito, inizialmente sfogato nel gioco d’azzardo. Il chiasso dei bassifondi, il sangue dei galli da combattimento, la violenza delle emozioni lo mandano in estasi.

Stevenson, sensibile, intelligente, cagionevole di salute viene curato con laudano, oppio, morfina, cloroformio e racconti orribili che alimenteranno la sua fantasia. Incuriosito e poi ossessionato dalla storia del diacono Brodie che vive sfogando i suoi impulsi in una città anch’essa dai due volti, una Edimburgo malfamata e povera e una Edimburgo nobile e repressa. L’unico che abbia avuto il coraggio di vivere nei due mondi.  Anche il giovane Stevenson si ribella all’autorità paterna e al puritanesimo borghese del suo ambiente, interrompe gli studi, ripudia Dio diventando agnostico, ma l’aggravarsi della tubercolosi lo costringono a mesi di degenza e la vita di Brodie tra sesso, gioco e alcool diventano un sogno.  Si sposa e inizia a scrivere racconti per l’infanzia, diventa famoso e acquista una patina di rispettabilità. Ma Brodie riemerge dal suo subconscio e nasce la storia horror più popolare di tutti i tempi, l’allegoria di una dipendenza che porta alla sopraffazione e alla perdita del controllo. Il piacere del male che eccita la mente di Brodie facendolo sentire invincibile, avido e astuto, preda del delirio di onnipotenza, capo di una banda di ladri, fino alla sfida estrema, derubare l’ufficio delle imposte. Tradito da un suo stesso complice, da gentiluomo diviene criminale. Ricercato, arrestato e condannato all’impiccagione. Corrompe il boia per sfuggire alla morte, rinnegato dalla famiglia viene sepolto in terra sconsacrata, ma, la tomba anni dopo, risulterà vuota e tutto diventa leggenda…

Stevenson pubblica l’opera sullo sdoppiamento della personalità, che lo rende famoso, muore a soli 44 anni per un colpo apoplettico. Di Brodie non sappiamo nulla di sicuro finché R.L.Stevenson, non decise di riportarlo alla vita con una delle sue opere più famose: Lo Strano Caso del Dottor Jekyll e di Mr. Hyde, donandogli l’eternità!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...