www.ilsegnocheresta.it

by Loretta Dalola

Fischi alla Lega

2 commenti


Nella culla del partito e durante i lavori in corso, Umberto Bossi è stato contestato a viso aperto. Nella “sua” Varese, durante il congresso provinciale, lui, impone il suo candidato come segretario. Fischi e urla si alzano dalla base. E’ shock! Solo pochi anni fa, quanto accaduto  sarebbe stato non solo impensabile, ma assurdo,  la volontà incontrastata del leader non era mai stata messa in discussione, ora invece, lo scenario cambia.

Il segnale del forte malessere è palese, spintoni, urla, fischi, tessere strappate.  A far esplodere lo scontro,  è stata l’imposizione da parte del Senatùr del suo candidato, Maurilio Canton, per la poltrona di segretario provinciale, senza passare per le urne del congresso. I convocati si aspettavano di votare, magari in nome di quella democrazia, spesso ignorata sulle sponde padane, ma Bossi aveva già un nome, aveva già scelto, per tutti.  E  allora,  “voto, voto” è stato il grido forte e chiaro che si è levato dal basso.

Il nuovo segretario è ancora della vecchia guardia e commenta l’accaduto difendendo il leader : “fischi e i dissensi non gli piacciono. Soprattutto se a farli sono, un gruppo minoritario di militanti che ha la pretesa di mettere in discussione il segretario federale”.  Ma è evidente che il  mal di pancia all’interno del partito esiste,  lo zig zag su  Berlusconi e sulle manovre economiche  fa scricchiolare quella compattezza tanto decantata. A dimostrazione che lo scenario è cambiato, fuori dalla sede di Varese è stato appeso uno striscione con su scritto: “Canton segretario di chi? Di Nessuno!”.

La Lega non è più un monocorde, e anche i fedelissimi protestano sull’operato dittatoriale del boss, anzi” “del Bossi”. E anche questa è una crepa che si aggiunge alle altre, non poche, della maggioranza.

 

Annunci

2 thoughts on “Fischi alla Lega

  1. Il potere a Bossi ha dato alla testa.
    Un congressista ha capito tutto: “la lega è nata con Bossi e morirà con Bossi” (un progetto ad vitam, poco lungimirante come progetto politico).
    Quando si cominciano ad imbarcare figli e parenti vari si capisce che si è alla fine del tragitto.
    Ciao Loretta, un abbraccio.

  2. Abbraccio ricambiato – ormai sono veramente stanca di vedere e sentire notizie politiche che rasentano la bassezza umana – sono piccoli uomini che governano il nostro paese ma stanno veramente facendo un enorme danno, dobbiamo mettere la parola, fine a tutti e ricominciamo –

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...