www.ilsegnocheresta.it

by Loretta Dalola

Disperazione in diretta Tv

6 commenti


Situazione drammatica seguita  dal Tg de La7 . Con il solito garbato atteggiamento, lontano dall’esasperata spettacolarizzazione, Mentana apre l’appuntamento  informativo serale direttamente da Bergamo, dove al momento della messa in onda del telegiornale si sta svolgendo l’ennesimo drammatico gesto di un imprenditore vessato dai debiti.

Un pomeriggio di ordinaria follia, un’altra storia figlia della crisi economica che attanaglia l’intero Paese. Luigi Martinelli, 54 anni, in preda alla disperazione per problemi economici, ha fatto irruzione armato di un fucile  nella sede dell’Agenzia delle Entrate di Romano di Lombardia.  Armato, barricato e disperato, tiene in ostaggio un solo impiegato, dopo  aver fatto  uscire i clienti e liberato via, via,  gli altri quattordici  dipendenti che inizialmente teneva sotto minaccia.

È una vicenda che rappresenta in modo acuto il malessere italiano. La durezza delle continue richieste economiche  di Equitalia sta sconvolgendo molte persone. Non è certamente un gesto giustificabile, ma, da troppo tempo la cronaca ci riporta casi disperati che sono arrivati anche al gesto estremo a causa dell’impossibilità di far fronte alle cartelle esattoriali.

In uno stato psicologico tesissimo, l’uomo minaccia di suicidarsi, vuole parlare con la stampa, poi con Monti. I carabinieri tentano di calmarlo. Sei ore di incubo. ” Non ce la faccio più” continua a ripetere, mentre fuori la gente si accalca e la notizia comincia a rimbalzare negli organi informativi. Lo stallo è proseguito per ore, poi Martinelli,  cede. Prima libera  l’ostaggio e dopo si arrende.

Quest’azione si inquadra in un clima di forte risentimento che si sta gonfiando sempre più, nei confronti delle Agenzie delle Entrate e di Equitalia. Una miscela esplosiva  di tasse, dichiarazioni dei redditi, imposte, che ha risvegliato l’odio contro coloro che esercitano la professione dei riscossori, visti come strozzini insensibili.

Cosa sta succedendo al nostro paese? La morsa delle tasse fa saltare il tappo?

I tragici gesti aumentano: chi si da fuoco, chi prende in ostaggio delle persone, chi si suicida. Tante, troppe,  storie individuali,  emblematiche. Sono la mancanza di lavoro, l’impossibilità di mantenere una casa, una famiglia, la pressione fiscale, le ragioni che hanno spinto molti italiani verso queste scelte estreme.

Un segnale drammatico di una classe debole che sta soffrendo. La disuguaglianza sociale sta diventando patologica, gli imprenditori non riescono a far fronte  alla mancanza di lavoro e all’impossibilità di portare avanti un’attività e compiono gesti angosciati.  La crisi,  la disperazione e la mancanza di lavoro spinge molti italiani,  giovani e meno giovani, verso la soluzione più estrema.

È un chiaro segnale che gli italiani onesti, non ce la fanno  a pagare il debito causato da una politica sconsiderata.

Vicende umane che raccontano in modo crudo, questa triste Italia, stretta nella morsa della crisi per colpa di una politica sprecona e ingorda  che ci ha condotto sul lastrico e ora le famose “lacrime e sangue” richieste agli italiani,  stanno diventando una concreta realtà.

Annunci

6 thoughts on “Disperazione in diretta Tv

  1. Quest’odio verso Equitalia e i suoi metodi spesso vessatori sta aumentando di giorno in giorno. Lo si è detto molte volte ma lo ripeto: in questo Stato spesso non siamo cittadini ma sudditi.

  2. Ho l’impressione che questi cittadini così disperati lo siano soprattutto perchè lasciati soli. In un paese civile chi si trova in difficoltà dovrebbe essere aiutato, non respinto e non costretto a gesti clamorosi, come questo episodio accaduto a Bergamo e neppure al suicidio.
    Forse è frutto dell’egoismo di cui ci siamo circondati da tempo, del menefreghismo, dell’indifferenza di fronte alla sofferenza degli altri. Non era così negli anni passati, mi sembrava che la solidarietà fosse diversa e più presente.
    Ciao Loretta, un abbraccio.

  3. ciao Spera, forse il disinteresse è aumentato di pari passo alle difficoltà che le persone sono costrette ad affrontare – la situazione è talmente complicata e apparentemente senza via d’uscita che, forse risulta difficile anche la comprensione umana, tra disperati, non si sa più chi consolare, se noi stessi o gli altri…mamma mia che momenti! ciao e grazie

  4. … se ci metti che in questo fine settimana ci sono stati altri 4 suicidi per motivi più o meno riconducibili a quello di Luigi Martinelli, ci rendiamo conto di quanto drammatica è la situazione.

    Ciao Loretta e buon pomeriggio. Credo siano sacrosante le proteste (magari non in armi) rivolte a equitalia ma non sopporto quei parlamentari che intendono “cavalcare” la protesta, scandalizzandosi per i metodi dell’agenzia.

    Equitalia, è per il 51% di proprietà del ministero delle finanze e per il 49% dell’inps! Insomma, alla fine è “Stato” e il suo funzionamento (metodi compresi) è deciso dal parlamento!

    Sto seguendo le elezioni, per capire che vento tirerà in questo nostro Paese da domani! Un piccolo sorriso, comincia timidamente a far capolino!

    (p.s.: sull’incontro tra bloggers, non ci sono diritti d’autore. Peraltro, non è la prima volta che accade, anche se è la prima a cui partecipo. Pare che non siano un caso raro questi eventi. Ogni tanto, ne leggo qualcuno, in rete. Io stesso, il sabato precedente ho accettato un altro invito di un blogger, seguito da un incontro molto interessante e piacevole!!! Per quanto mi riguarda, è la curiosità che mi spinge. Mettici, comunque, che la persona che incontro la conosco “virtualmente” già da tempo e Aldo, l’organizzatore di questo sabato tra bloggers, lo conosco da molto tempo. Insieme all’incontro del precedente sabato… un tipo che viaggiava con una squadra di rugby [rido!!!] sono gli unici bloggers che mi sono deciso ad incontrare. E non me ne pento!!!!)

  5. La situazione è veramente drammatica, le offerte di lavoro sono minime e la disperazione aumenta notevolmente, il tappo sta per esplodere, e dall’alto, fino a oggi, non si erano visti segnali, ma, ora che le elezioni amministrative hanno dimostrato chiaramente che la gente gli sta facendo scricchiolare la poltrona, forse qualcosa si muoverà – speriamo per il bene comune – ciao
    P.s. hai stuzzicato la mia curiosità, anch’io vorrei conoscere i blogger con i quali condivido un pezzettino della mia vita e chissà forse in futuro, ti racconterò, per ora, grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...