www.ilsegnocheresta.it

by Loretta Dalola

L’Araba Fenice

8 commenti


E’ Mentana che ci comunica che un volto non certo nuovo si sta riaffacciando nel panorama politico italiano. Silvio Berlsuconi sarà il candidato premier alle prossime elezioni. Il Cavaliere ci riprova, per la sesta volta. Si candida alla conduzione del governo e si ripropone alla guida del paese. Reazioni a catena dei partiti e commenti a caldo, in diretta, con Travaglio e Belpietro. E ancora una volta il Cavaliere è riuscito a calamitare su di sé l’attenzione del paese intero. Con buona pace dei Professori e dello spread ritornati, per un giorno, nel cono d’ombra.  Riscende in campo e la galassia dell’informazione, esplode. 

E’ vero, alle prossime elezioni ci sarà ancora Berlusconi, a convincerlo sarebbero stati i sondaggi. Silvio ritorna in politica perché gli imprenditori e la gente, glielo chiedono? Con queste parole il Berlusca, fa ritornare la sua ombra della politica italiana. Un’ombra che non se n’è mai andata, come mai se n’è andata quella dei suoi compagni. Alfano è felice: ” Sono il primo a sostenerlo”. – “Non abbiamo nessuno di meglio di Silvio Berlusconi, da mesi dico che è il nostro candidato premier”, ha detto Daniela Santanchè.  Senza di lui, il Pdl non vale nemmeno il 30% e allora Berlusconi, si batte. Senza Berlusconi il Pdl è perduto e il cavaliere carica. E’ pronto a tornare alla grande. Certo ci sono i processi ma, è convinto di cavarsela, tornerà a chiedere una nuova chance agli italiani. Insomma il Pdl è ancora Silvio Berlusconi con buona pace di Angelino Alfano e dei malpancisti che invocano da tempo una svolta nel partito. Berlusconi torna a vestire i panni della prima donna nella prossima campagna elettorale relegando Angelino Alfano al ruolo di vice. Del resto se pensiamo al protagonismo dell’ex presidente del Consiglio è chiaro che mal si sarebbe adattato a fare da coprotagonista.

Il male da cui tutto ebbe inizio si ripropone. La notizia scatena le reazioni, qualcuno avrà gioito a qualcun’altro il caffé del mattino, sarà andato di traverso. “Nell’aria c’è qualcosa di nuovo, anzi di antico!” dichiara, sarcastico, Casini. Commenti ironici e scettici. – Travaglio: ” Chi si era illuso che si sarebbe ritagliato un passato d’onore si è sbagliato, anche perché di onore Berlusconi ne ha poco”. – Belpietro: ” Una  minestra riscaldata, forse, ma nessuno si è fatto avanti per sostenere il più grosso partito italiano” – Travaglio:” Dopo aver truffato gli elettori  si ripresenta, si rimette nell’ammucchiata intorno a un nuovo governo tecnico e così potrà fare quello che ha sempre fatto, Chiagnere e fottere “! –Belpietro: “Vedremo cosa succederà, è capace di risorgere e…rieccolo”.

Per anni il potere economico politico, e non solo, in Italia è stato in mano a Berlusconi, se qualcosa non è andato per il verso giusto in questi ultimi anni di chi è la colpa? Nei ventianni si è concluso il suo cammino, quello che lo aveva fatto scendere in campo per “il bene dell’Italia che amo”. Aver continuato a speculare in borsa, a tassare esageratamente le aziende e i privati non ha aiutato la società ad evolversi. Il debito pubblico in continuo aumento ci ha dirottati nel vortice di una crisi che non ha precedenti.

Il predecessore di Monti si sta per ricandidare e l’indiganzione sale, mentre scende sempre più in basso il concetto di democrazia. Impagabile padrone di casaItalia si riaffaccia con alle spalle i suoi successi e i suoi processi. La responsabilità della politica è indubbia, come la debolezza dei partiti. Appare inevitabile che lo spazio vuoto creato, venga occupato dallo scaltro Berlusconi.  Un déjà vu. Le redini del gioco gli rivengono messe in mano.

La  preoccupazione è tanta, perché lui ha un seguito. Lui è l’ideale delle persone che non vogliono pagare le tasse, è l’ideale delle persone che vogliono truffare i cittadini con cui vengono a contatto e possono averne un utile. E’ un personaggio che con la politica non ha niente a che fare, una persona che ha interpretato un suo ruolo istituzionale semplicemente a vantaggio di sé stesso, dei suoi amici e delle sue imprese, è una persona che per il nostro Paese è una rovina. Speriamo solo che gli italiani, nel frattempo abbiamo preso coscienza e dopo le dimissioni arrivi, con le elezioni, l’eliminazione, per sempre, dal nostro panorama.

Annunci

8 thoughts on “L’Araba Fenice

  1. Sarò un vigliacco (si può essere vigliacchi il mese di luglio?) ma non ci voglio pensare adesso. Non ne posso più di quest’uomo.

  2. hai tutta la mia comprensione, volevo, prima delle ferie, chiudere con un tocco frivolo ma, come sempre lui, ha rotto, le uova nel paniere e non solo – confidiamo nell’intelligenza degli italiani e incrociamo le dita – ciao e grazie

  3. Mi piace il refuso Berlsuconi che per ben 2 volte compare nel tuo post. Nel merito invece mi duole dover ricordare a tutti coloro che a Novembre gioivano delle sue dimissioni, che ci avevo visto giusto, che la sua è stata solo una ritirata strategica. L’unico modo per tagliarlo fuori per sempre era iniziare, da parte del PD, un serio rinnovamento dei quadri politici. Invece a sinistra hanno continuato gli inciuci di sempre, con le stesse marionette e le stesse mezze calzette. Per cui, il suo ritorno sulla scena ci sta tutto, ma servirà solo ad anticipare di qualche anno il tracollo dell’Italia, con buona pace di tutti.
    Ciao, un abbraccio

  4. Ehilà uuaaahhhh sei tornato, bello, bello! – tornato, pessimista o realista? ai posteri l’ardua sentenza…a presto!

  5. Non la leggo come una buona notizia, ma almeno si sa contro chi “combattere” per le elezioni politiche. L’unico problema è che si parlerà sempre e soltanto di lui, sempre e soltanto dei suoi problemi e ancora una volta questo paese sarà bloccato su un referendum su di lui. Non ce lo possiamo permettere.
    Ciao Loretta, un abbraccio

    • Hai ragionissima (e permettimi il superlativo), l’Italia, ora, non si può permettere di ripetere errori passati, ne tanto meno di perdere tempo per nostalgici quanto assurdi “ritorni di fiamma” – guardiamo avanti e lavoriamo sodo, per ricostruire, quello che è stato pesantemente distrutto! – ciao e grazie

  6. Me l’aspettavo prima o poi e non mi ero illuso che fosse “scomparso”. In tutto questo tempo, peraltro, ha manovrato “dietro” al governo Monti, continuando con i suoi ricatti e le sue richieste finalizzate a salvare se stesso ed i suoi interessi. Tuttavia, devo ammettere che veder confermati i miei pronostici, è stato una “bella botta”!! E sappiamo anche il perché! Altro che Pdl in crisi o discese in campo per il Paese!! Le sue aziende stanno messe parecchio male e, così, come avvenuto per la prima delle “discese”, c’è da salvarle… e può farlo solo da Premier. Sta già pensando alla riforma in senso semipresidenziale Non confido molto negli italiani, anzi per nulla. Sicuramente non raggiungerà le percentuali degli ultimi governi… ma lo votaranno, eccome se lo voteranno. Purtroppo, complice un Bersani che, a questo punto, è chiaro il danno che ha fatto in tutti questi mesi.

    Ciao Loretta, buon fine settimana.

    p.s.: ho prelevato l’immagine “a volte ritornano”. Forse, la userò. Se non è possibile fammi sapere. Ciao

  7. Con piacere, prendila pure, a te è concesso! –
    Un’analisi condivisa – diciamo pure che se ritorna è perché gli è stato permesso, complice una politica poco “battagliera” e molto accomodante, una sinistra che ha perso l’identità e il suo ruolo di opposizione, rinnegando “l’anima rossa” che la caratterizzava e sguazzando nel calderone senza prendere posizioni decise e chiare – ciao e grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...