www.ilsegnocheresta.it

by Loretta Dalola

Il ritorno di Piazza Pulita

Lascia un commento


Prima puntata della seconda edizione di “Piazzapulita” in onda  su La7. Scenografia rinnovata, squadra di collaboratori agguerriti e nessun politico in studio ma, argomenti  ardenti per Corrado Formigli che torna, come sempre in prima serata alle 21.10. Il fatto del giorno è il comunicato durissimo del capo della Stato “non sono ricattabile”. La storia è sempre la stessa, le telefonate  intercorse tra il Capo dello Stato e Nicola Mancino relative alla presunta trattativa “Stato-mafia” e su cui deciderà la Corte Costituzionale.  A confronto il direttore di  “Panorama” Giorgio Mulè,  difensore dell’articolo-bomba dal titolo “Ricatto al Presidente, la verità sulle intercettazioni che scottano” e il direttore de Ilfattoquotidiano.it Peter Gomez, il direttore di Libero Maurizio Belpietro, e il procuratore aggiunto di Palermo, Antonio Ingroia. In realtà, l’articolo del settimanale non riporta il testo di intercettazioni, né stralci di esse, ma solo “indiscrezionui sul contenuto delle telefonate tra Mancino” e il Presidente della Repubblica. Nelle quali, si legge sempre in copertina, sono presenti “giudizi privati e taglienti su politici e magistrati” in particolare su Berlusconi, Di Pietro e la Procura di Palermo.

Intercettazioni che scottano e che mettono sotto pressione il Presidente. Chi vuole ricattarlo? “I ricattatori sono vari, risponde Mulè, si vuole sapere cosa c’è nelle intercettazioni, non ci dicono la verità, è una campagna che va avanti da settimane e ci sono persone che tengono il Presidente sulla graticola…Coloro che in questi mesi hanno portato avanti una campagna che non ha come interesse la verità, ma allude, dice o non dice quello che in quelle intercettazioni poteva esserci, sono intercettazioni ascoltate e il contenuto è stato reso pubblico, questo è il nostro lavoro.”

Ma siete entrati in contatto con qualcuno che ha letto le intercettazioni? incalza Formigli, ” Le fonti non si rivelano, è ridicolo e offensivo chiedere questo, non rivelo le mie fonti, non ti dico nè la qualità nè la quantità delle fonti” risponde visibilmente alterato il direttore di Panorama.

Dunque in questa ingarbugliata faccenda ci sono indiscrezioni che Napolitano avrebbe usato toni sopra le righe. Ma anche l’onorevole Mancino sentito per telefono sulla questione è restio a parlare: ” Panorama ha costruito una cosa che non corrisponde al vero, io non faccio l’indagatore, qualcuno ha rotto il segreto, che c’entro io? Che cosa interessa se io ero al telefono, lasci stare, io non le rispondo”.

Immediato il muro difensivo delle istituzioni e di tutta la politica che si muovono a favore di Napolitano, implicato in una situazione che presenta elementi inquietanti, le reazioni per respingere ogni calunnia sono state tante, mentre DiPietro chiosa con un ” Che renda pubbliche le telefonate”. L’obiettivo perseguito  in vista delle elezioni è quello di “delegittimare il Presidente” o almeno di indebolire la figura istituzionale. Una questione spinosissima che sotto sotto qualcosa di verò avrà altrimenti non si aprirebbe un’indagine ma, questa Italia, ci ha abituati alla non trasparenza dei fatti che vengono continuamente ingarbugliati fino a diventare caso politico. Del resto il caso si intreccia  in maniera indissolubile con la riforma della legge sulle intercettazioni, e con le polemiche che hanno accompagnato per anni la guerra tra le procure e l’ex premier, Silvio Berlusconi.

Anche questo è un copione già visto, questa è una politica finita che deve scomparire perchè per uscire da questa crisi epocale ci vogliono altre basi, quelle su cui abbiamo affondato l’Italia non valgono più,  questo paese deve affrontare tematiche concrete e affidarsi ad altre prospettive, se vuole guardare al futuro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...