www.ilsegnocheresta.it

by Loretta Dalola

A Piazza Pulita parla Renata Polverini

4 commenti


Il governatore del Lazio coinvolto nello scottante scandalo che ha travolto i vertici regionali del suo partito, racconta la sua verità ai microfoni di Corrado Formigli che ci tiene a precisare che il compito del giornalista è quello di cercare le notizie e fare delle domande. In effetti l’intervista a Renata Polverini sul recente caso Fiorito e i suoi toga party fatture gonfiate e false, rimborsi esorbitanti per cene e viaggi lussuosi, ecc. è soltanto uno dei temi trattati che hanno evidenziato “la trave” nell’occhio di Berlusconi  e il futuro che  avrà il centrodestra travolto dallo scandalo laziale. L’ex premier Silvio Berlusconi salverà il Popolo della Libertà o finirà per affossarlo?

Nel Pdl è tensione e guerra aperta e il personaggio della settimana si sottopone al “gioco della verità” di Piazza Pulita: “Si gonfiano le spese elettorali attingendo al pozzo dei fondi, non ha mai sospettato nulla? – ” Guardi, nella mia campagna elettorale si sono spesi molti soldi e non mi ricordo nemmeno quanti, – risponde la Polverini – Non è mio costume cercare scappatorie per pagare le campagne elettorali, la mia la stiamo ancora pagando da due anni e mezzo, posso dire che a oggi non mi ero resa conto, non mi sono fatta tante domande”.

Fiorito con i suoi 27.000 voti, era un peso massimo, c’è un mistero, possibile che il presidente non sapesse nulla? – ” Non sapevo nulla e forse ho abusato del mio potere quando ho detto  ” o si fa così o si fa così”, non sapevo come erano ripartiti i fondi  ma da oggi, tutte le delibere saranno visibili in rete, sapevo che stava bene di famiglia, ma non mi sono fatta altre domande. Ha preso oltre 27mila voti, è un bagaglio importante per un eletto provincia di Frosinone”.

Formigli non cede – Fiorito era il capogruppo del partito con  lussi incredibili, possibile che non le abbia sfiorato il dubbio? –  ” L’ho scoperto oggi che i consiglieri prendono di più del presidente.  ( 8000 € mensili più indennità per un totale di 12.000€ ) Solo adesso mi sono fatta un’idea”…

Incredibile, quanti sprechi a sua insaputa. Eppure il mondo politico le gravava attorno, difficile credere alla totale estraneità. ” Quello che è accaduto è disdicevole, tutti abbiamo sbagliato e dobbiamo pagare”. Frase importante a cui fa seguito una domanda semplice: come intendono pagare?  Per nostra fortuna la sua preoccupazione la porta a voler  cambiare rotta: “Ho chiesto al Consiglio, entro la scadenza di domani, di portare a casa il primo pacchetto di provvedimenti, tutti gli atti della giunta sono pronti, è previsto il blocco totale dei trasferimenti ai gruppi consiliari“. Dunque una risposta indiretta alla domanda del giorno: darà le dimissioni? No di certo, ma continua a sventolarle senza sosta: “Me ne vado se non c’è un’azione seria di contenimento dei costi della politica”.

Stiamo parlando di soldi pubblici e se ieri minacciava le dimissioni oggi elenca i pregi del suo partito, reo ripetutamente di abusi di potere a scopi personali, ma che razza di politica è questa che nonostante l’evidente marcio, ancora, ci regala frasi del tipo : “Bisogna mettere in campo una politica seria” e “Ho chiesto scusa ai cittadini anche se non ho responsabilità”?

I politici vivono in un mondo parallelo, in una dimensione altra, rispetto a quella dei cittadini ma pretendono di continuare a spendere i soldi pubblici incassati con le famose “lacrime e sangue” . E’ sempre la solita questione siamo nel pieno dei tagli alle pensioni e si permettono vitalizi politici. La disoccupazione, il caro vita e mensilità alte e feste con ostriche e champagne.

Evidenti contraddizioni. Eppure : “Mi sono sentita tradita da un sistema che pensava di farla franca” ma, tranquilli tirerà avanti come sempre.

Lasciamo giudicare al pubblico conclude Formigli…

Annunci

4 thoughts on “A Piazza Pulita parla Renata Polverini

  1. Sono riuscita a seguire solo la seconda parte di “Piazza Pulita” quella in cui sostanzialemnte parlavano, arrogantemente Sallusti e la Mussolini. che si sono sbizzarriti nella loro rissosa capacità di rompere qualsiasi ragionamento fatto dagli altri presenti alla trasmissione. I due personaggi sono riusciti a dare la colpa di tutto questo marasma nel Lazio, a Marrazzo. La Mussolini insisteva nel buttare fango sul Pd nel tentativo maldestro di cancellare la cacca che ha in casa. Ma ciò che più mi ha indignato sono state le offese di Salliusti ad un sindaco. Non si può dire che una persona è un mascalzone e un ignorante, semplicemente perchè cerca di spiegare, come può, la distanza abissale che esiste fra la classe politica rappresentata in studio e la realtà della gente.

    Ciao Loretta, un abbraccio.

    • ooohhh confesso pubblicamente che “a mia insaputa” gli occhi mi si sono chiusi con la Mussolini, ogni tanto tentavo di riattivare il cervello, è stato vano, Morfeo mi ha preso tra le braccia, salvandomi dai due! – mi spiace non sono in grado di risponderti ma, mi fido del tuo giudizio – grazie e ciao

  2. La Polverini si è aggiunta buona ultima al club dei “a mia insaputa”. La lista si fa sempre più lunga.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...