www.ilsegnocheresta.it

by Loretta Dalola

Assetati di nuovi voti

Lascia un commento


Il fatto del giorno è senz’altro l’esito del primo turno delle primarie del centro sinistra, con Bersani avanti a Renzi di 9 punti. Argomento discusso dai media e da La 7 con una programmazione serale tutta concentrata sull’argomento, mentre i due sono già proiettati verso il turno di ballottaggio dando inizio alla fase dell’acchiappaggio dei voti. Si riparte da Pier Luigi Bersani al 44,9% e da Matteo Renzi al 35,5%. Palla al centro e caccia ai votanti che nel primo turno sono stati 3.100.000 circa.  Un numero ragguardevole, alla luce delle ultime ed eclatanti defezioni nei confronti di una politica che così com’è non ci appartiene più. La crisi della politica ha limato passioni e adesioni ai partiti ma, questa affluenza alle urne è un chiaro segnale di ripresa partecipativa.  Un importante contributo della cittadinanza attiva al processo politico che coinvolge tutti e che stabilirà la nomina del candidato premier del centro sinistra. In questa battaglia si segnala uno stimolo importante rispetto agli altri poli politici, il Pd sta attraversando un florido vantaggio sugli altri partiti, rispecchiando la volontà di cambiamento che da tempo agita il paese nella difficile competizione elettorale.

Tra Bersani e Renzi, dunque, nove punti di distacco e un’ulteriore settimana di campagna in vista del ballottagio finale. Tutto secondo previsioni ma, il distacco tra Bersani e Renzi è grande.  L’effetto Pd si ripercuote sulla politica visto che avanza la fiducia e la speranza nell’agire della sinistra per il futuro italiano.  Bersani 44.9%, Renzi 35.9%, Vendola 15.6%, Puppato 2.6% e Tabacci 1.4%.  Dati che archiviano le polemiche che hanno accompagnato queste primarie e che ci consegnano una geografia del voto inattesa, con Renzi che guadagna consensi nella sua città, in Umbria e nelle Marche mentre Bersani, è primo in tutte le altre regioni, con punte al sud dove il “rottamatore” non ha sfondato. La battaglia è aperta mentre i protagonisti si concedono ai microfoni delle Tv con conferenze stampa e interviste singole a Che tempo che fa.

Renzi: ” Stiamo ragionando su questo grande derby che ci accompagnerà in  queste prossime ore…” così riassume il senso del ballottaggio. Le pedine sono già pronte sulla scacchiera. Renzi punta alla rottamazione e alla mobilitazione giovanile mentre Bersani si prepara alla conquista dei voti vendoliani, ” Tra noi c’è assonanza su molti temi”  ha detto, mentre sottolinea  cosa lo divide dal segretario di Firenze: ”Penso che nella battaglia di Renzi ci sia uno stimolo importante. Non mi piace moltissimo però che lui troppo facilmente dica che è l’innovatore e questo qua, che sarei io, è l’usato sicuro. Lo dice sempre. “Sicuro” mi piace molto: c’e’ bisogno di sicurezza, anche l’usato non lo butto via, purche’ si riconosca che ho fatto riforme vere. Io mi presento così per il rush finale: dove sono stato, ho sempre cambiato; governare significa cambiare, credo di sapere come si fa – È una partita aperta, i ballottagi si fanno per questo, il confronto sarà civile”.

Le primarie rafforzano il candidato e anche il partito? domanda Fazio – “Il partito deve stare nel suo, deve avere un’idea di progetto del paese, stiamo rimettendo in moto la politica, stiamo creando vivacità” –  E se Renzi vince al ballottaggio ? – “Credo che questo nostro partito cominci a somigliare a quello che avevo in testa, il famoso rinnovamento cos’è? – Deve far girare la ruota e chi ha esperienza è lì per aiutare gli altri,  questa è la differenza con Renzi”.

E la partita ricomincia ognuno con il proprio schema di gioco!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...