www.ilsegnocheresta.it

by Loretta Dalola

L’inarrestabile Cavaliere

6 commenti


otto e mezzoIl tour mediatico del  leader del Popolo della Libertà Silvio Berlusconi prosegue, sbarcando alla 7, ospite di Lilly Gruber. Nuovamente protagonista di un altro diverbio e scontro con la conduttrice e giornalista di Otto e Mezzo che fatica a frenare la verve del Cavaliere che poco tollera interruzioni, critiche o anche solo richieste di approfondimento dei temi trattati. È la prima volta arriva sugli schermi della 7 ma il copione è già conosciuto: o con o contro, o lo si osanna o si irrita, brontolando vivacemente. La padrona di studio evidenzia che è anche la prima volta che fa una campagna elettorale senza esssere ufficialmente il candidato Premier ma, la cosa pare non turbarlo affatto:” Tutte queste cose in questo momento sono molto lontane da me, perché sono diventato nonno per la settima volta”.  Seguono  dettagli sul nuovo nato, omaggio generoso del Cavaliere che, sorridendo introduce la sua conversazione dando, come ci ha abituati da tanto, una piega tutta personale al concetto di intervista. Ma la Gruber, non si entusiasma alla vicende familiari di Berlusconi  e riporta il confronto sulla via che più interessa agli italiani chiedendo il perchè non sia più il candidato Premier. “Sono io che ho avanzato questa proposta – dichiara – che ha facilitato il lavoro della Lega perchè, come ho più volte ricordato, il potere del Presidente del Consiglio con l’attuale Costituzione si riduce a quasi a nulla, può solo redigere l’ordine del giorno del Consiglio dei ministri, mentre invece il ministro dell’economia e dello sviluppo può agire in profondità ed è quello che si deve fare”.

Berlusconi punta la 40% dei voti degli italiani, bissando il successo precedente per “riformare l’architettura delle decisioni, per modernizazre il paesesilvio-berlusconi-a-otto-e-mezzo-di-lilli-gruber con la rivoluzione liberale, come avevo promesso ma non ho potuto attuare a causa dell’opposizione parlamentare che modifica i decreti, li impugna e poi inderogabilmente li abroga, succede sempre così alle leggi che non piacciono, tutte le riforme fondamentali non siamo riusciti a farle perché la procedura non consente di raggiungere risultati”.  L’ospite d’onore ora, si sente a suo agio, ha rotto il ghiaccio, morde il freno, cambia tono e parte con il monologo dei suoi argomenti preferiti :”bisogna convincere gli italiani a smettere con il disgusto e la delusione nei confronti di questa politica e dei politici, devono andare a votare e gli elettori del ceto medio e quelli moderati non devono disperdere i voti nei piccoli partiti ma concentrarli sulla grande forza popolare rappresentata dal PdL che, soltanto avendo la maggioranza assoluta potrà in Parlamento votare le riforme costituzionali per realizzare i punti del programma”.

Il personaggio nonostante sia vittima di menzogne e congiure cerca invano di far capire all’elettorato che nell’ipotesi della sua rielezione ci sarà una rivisitazione completa della tassazione, ridotta drasticamente, ovvio, per far si che “il Nord produca il 25% i più del suo fabbisogno che elargirà alle regioni meno fortunate del Centrosud. Siamo in campo per vincere le elezioni, contro il nostro avversarl43-berlusconi-gruber-130108205604_mediumio, il PD, che si ritrova come nel 1994 ad avere probabilità di vittoria, cosa che riteniamo non sia positiva. Temiamo molto l’avvento di questo partito al governo del paese per tutta quella eredità d’invidia che si porta dietro”. Dopo il solito: meno tasse per tutti , arriva anche l’abolizione dell’Imu per le prime case ad eccezione di quelle di lusso, sostituita con un’imposta sul gioco, sul tabacco, sul lotto e sull’alcool che risanerebbero, con un colpo di bacchetta magica, l’economia italiana. Irritabile al massimo nei confronti dello spread che “va spiegato agli italiani, che il calcolo è sbagliato perché quando mi dimisi il costo degli interessi era dello 0,31 per centro inferiore rispetto a quello che abbiamo pagato nell’anno del governo tecnico. I governi non influenzano gli andamenti degli interessi lo spread è sceso perché si sono modificate condizioni internazionali”.  L’irritazione è palese e aumenta con il tono della voce che deve assolutamente spiegare che ” per colpa della speculazione le aziende non possono reggere la concorrenza, succede che chiudono, una situazione che non può continuare a meno che la Banca centrale Europea si faccia garante oppure dovremmo uscire dall’euro e tornare alla propria moneta nazionale. È una prospettiva necessaria, non auspicabile, ma per evitarla la Banca centrale dovrà garantire.  Dire che lo spread è colpa del nostro governo è una mascalzonata!”

Nel bene o nel male Berusconi è la persona che ha più segnato la storia patria degli ultimi venti anni,  da circa un mese è tornato alla guida del centro destra riconquistando la ribalta dela scena politica e mediatica. Sono molti gli errori e le debolezze che gli italiani rimproverano al fondatore di Forza Italia: le disavventure giudiziarie, le mancate riforme, l’offuscamento dell’immagine internazionale, la vita privata e la selezione della classe politica. I tempi e l’Italia sono cambiati. Pochi i rimasti che confermerebbero il voto al PdL, eppure il Cavaliere non ha dubbi ” Noi siamo passati dal 14% al 21% e la somma del centro destra è al 31% abbiamo solo da conquistare i delusi del PdL del 2008 ma, pensiamo sia abbastanza facile farli tornare a casa, quindi, noi siamo condannati a vincere e io sono qui per quello”.

651297_400_220A nulla valgono le condanne giudiziarie  per frode fiscale a far si che si ritiri dalla vita politica, perché Lui non perde tempo a pensare alla possibilità di una condanna definitiva:  “Non credo che succeda e non perdo tempo a pensarci. È una sentenza basata sul nulla, nella mia storia si vede chiaramente chi è il perseguitato e chi il persecutore”. Vani i tentativi della Gruber di ricondurlo ad altri temi, rimproverata aspramente: ‘’vedo che non sente le cose che dico, le darò il numero del mio otorinolaringoiatra’’ – ‘’Il suo modo di fare Tv non è obiettivo, ha usato il tempo solo per gli attacchi, non credo che giovi al suo ascolto e alla considerazione che di lei possono avere i telespettatori’’ – ‘’E quando le ho detto che sono diventato nonno per la settima volta non mi ha neanche fatto gli auguri’’ – rimane, seduto sulla scomoda sedia, fino alla fine ma,  spavaldamente ci  rinvia  al suo prossimo appuntamento televisivo, quello  nell’arena di Santoro.  Dritto in bocca al  leone Travaglio!

Annunci

6 thoughts on “L’inarrestabile Cavaliere

  1. Da Santoro, se ha intenzione di impostare il suo intervento così come ha fatto ieri dalla Gruber, un intervento zeppo di numeri (sarebbe bene controllare quanti siano reali e quanti inventati lì per lì) e di prepotenza verbale (“non le consento di interrompermi”), credo che lo “stireranno” per benino… E se penso che anche solo un 15% di italiani sono ancora disposti a votarlo, allora mi viene da piangere.

  2. Asciuga le lacrime caro Forse, gli italiani son pecoroni ma alla lunga si ribellano e ora è quel momento! ciao e grazie

  3. L’ho visto ieri e l’ho sentito a sparare le sue solite balle. Sono proprio curioso di vederlo da Santoro. Per forza di cose saranno scintille e anche più.

  4. Siamo tutti in trepidante attesa…sarà una piacevole seratina televisiva, spero solo che Travaglio & stiano affilando le lingue! ciao e grazie

  5. E’ da qualche mese che non seguo più trasmissioni con dibattiti politici. Avevo bisogno di disintossicarmi.

    Ciao Loretta. Ieri sera ho interrotto la “dieta” e ho sintonizzato su Ballarò. Dopo mezz’ora, però, m’ero talmente ingastrito che ho spento. Stasera ho replicato con la trasmissione della Gruber. E’ andata un po meglio… ma mica tanto! Questa però me l’ero persa! Sto ridicolo punta al 40%? Prenderà una tale sberla che se la ricorderà finché campa (spero poco!). Comunque, leggo che l’arroganza non gli è passata anzi, pare peggiorata! Sarà il botulino che gli è arrivato in testa!! Va beh… mi ero ripromesso di non parlare più di questo coso, stasera ho interrotto pure questo proponimento! Aspetto di vederlo a Servizio Pubblico perché ci sarà da ridere (domani sera se non sbaglio) e poi torno a dimenticarmelo!

    Ciao e buona serata.

    p.s. Ma il sito di Meno, non funziona?

  6. per primo ti rispondo all’ultimo: ha cambiato provider e sta attendendo l’attivazione – dovere assolto e ora il piacere della mia risposta – tutti attendiamo con impazienza che “questa ingebua creatura perseguitata da comunisti e magistrati” sia lasciata libera nell’arena con astute volpi che sicuramente non si faranno abbindolare dalla tecnica dell’imbonitore che prende la parola e ti rincitrullisce fino allo sfinimento senza in realtà dire nulla per riuscire a rifilarti quel qualcosa che non hai chiesto e che neppure volevi – poi andremo tutti a nanna più sollevati e dimenticheremo l’insulso soggetto – ciao e grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...